Capelli e alimentazione: il miglio

Capelli e alimentazione: il miglio

I benefici del miglio sulla salute di pelle, unghie e capelli sono molto noti, non a caso lo abbiamo scelto come ingrediente base per le nostre linee di prodotti per rinforzare e rendere più folta la chioma. Scopriamo insieme caratteristiche e modalità di assunzione di questa pianta erbacea dalle preziose proprietà!

Cos’è

Il miglio appartiene alla famiglia delle piante graminacee e rientra tra i cereali minori. Non se ne conoscono precisamente le origini geografiche, ma – secondo le ricostruzioni – la sua coltivazione, sia in Europa che in Asia e Africa, sembra essere praticata fin dalla preistoria.

Che proprietà ha

Le qualità del miglio sono davvero numerose, poiché la sua composizione presenta diversi nutrienti utili al benessere di tutto l’organismo, sia dal punto di vista fisico, che da quello psicologico. In primis, troviamo nel miglio un vasto assortimento di sali minerali, quali fosforo, magnesio e ferro che, insieme all’acido silicico – anch’esso contenuto in questo vegetale – rinforzano la struttura di capelli e unghie, prevenendone lo spezzamento e contrastando il diradamento della chioma. Stimolando la produzione di collagene, inoltre, questa erbacea rappresenta un ottimo alleato per la salute della pelle, di cui riesce a prevenire l’invecchiamento e la perdita di elasticità. A queste funzioni collaborano anche le vitamine (dei gruppi A, B, E e K) e gli altri elementi presenti nella composizione della pianta: carboidrati, proteine e fibre, che ne fanno un alimento vario e completo. Ai benefici sul corpo se ne aggiunge uno, di certo non meno importante, sull’umore: il miglio, infatti, è ricco anche di un amminoacido legato alla produzione della serotonina, il triptofano.

Come si prepara

Il miglio, con tutte le sue proprietà, è un ottimo ingrediente sia per la formulazione di prodotti cosmetici e integratori  per pelle, unghie e capelli, sia per la preparazione di piatti sani e nutrienti da inserire nella nostra dieta. È anche di facile digestione, combatte l’acidità di stomaco e favorisce la diuresi. Come cucinarlo, allora, per ottenere tutti i benefici promessi? Come molti dei suoi “fratelli” cereali, il miglio può essere lessato in acqua bollente salata, oppure cotto nel brodo, con una procedura simile a quella del risotto. Si può consumare da solo o aggiungere a preparazioni a più ingredienti, quali insalatone, zuppe e sformati.

Offerte Speciali

TUTTE LE OFFERTE