I trucchi della piega

I trucchi della piega

Specialmente nei mesi freddi e umidi può capitare che la piega tenda a deformarsi o incresparsi molto rapidamente, anche dopo un solo giorno dalla realizzazione. Si rende, quindi, necessario un ritocco giornaliero, a cui spesso rinunciamo per mancanza di tempo, ricorrendo a code e chignon “d’emergenza”. Con l’aiuto degli strumenti giusti, però, è possibile sistemare l’acconciatura in poche mosse, ottenendo un effetto curato e ordinato. Ecco qualche trucco piega per piega!

Capelli lisci

Per ottenere una chioma liscia e setosa alla vista e al tatto possiamo ricorrere a diversi strumenti. Utilizzando il phon insieme a una spazzola cilindrica, oppure una spazzola elettrica ad aria calda, che riesce a svolgere le funzioni di entrambi, possiamo lisciare le ciocche facendo movimenti rettilinei dall’alto verso il basso. Importante: mai percorrere il fusto del capello dal basso verso l’alto, in questo modo andremmo ad alzare le cuticole aumentando l’effetto crespo e disordinato. Se phon e spazzola non bastano, possiamo avvalerci dell’aiuto della piastra, tenendo però presente che si tratta di una fonte di calore ad alta temperatura a contatto diretto con i capelli. Avvertenze: ridurre al minimo l’utilizzo sia in termini di frequenza che in termini di superficie di applicazione (possiamo, ad esempio, passarla solo sulle punte) e utilizzare prodotti specifici per la protezione dal calore.

Onde

Se abbiamo capelli naturalmente mossi, per realizzare la piega sarà sufficiente evitare di appiattirli e dare risalto al loro volume. Come? Utilizzando il phon con un diffusore. Se invece vogliamo dare movimento a una chioma liscia, senza ricorrere al ferro arricciacapelli, possiamo sfruttare delle soluzioni meccaniche, come l’applicazione di bigodini, o la realizzazione di trecce e chignon con i capelli leggermente inumiditi.

Ricci e boccoli

Per un effetto Shirley Temple, se non abbiamo capelli ricci di natura, dobbiamo necessariamente fare uso di una fonte di calore intenso, che vada a deformare il fusto dei nostri capelli, attribuendogli la forma cilindrica desiderata. In questo caso possiamo impiegare ancora una volta asciugacapelli e spazzola rotonda, avvolgendo le ciocche attorno alla spazzola e phonandole in questa posizione per qualche secondo, oppure affidarci al ferro, osservando gli stessi accorgimenti della piastra. Una volta raggiunta la forma voluta, per fissare e aumentare la durata della messa in piega, possiamo passare il phon con il diffusore, impostato sulla temperatura più fredda.

Offerte Speciali

TUTTE LE OFFERTE